L'evento
Il 5 giugno
"Maratona Slow"  sulla Francigena
img





Il tempo per ritrovare una forma fisica al limite della decenza c’è. Tutto. L’appuntamento, bello e decisamente giubilare, visto il luogo (la Francigena), è per domenica 5 giugno. E poi, non serve nemmeno andare di corsa, basta una discreta resistenza – e passione – per la camminata. Iscrizioni aperte per la quarta edizione della maratona della via Francigena: da Acquapendente a Montefiascone, sui classici 42 chilometri e 195 metri. Da affrontare, come anticipato, non di corsa, come invece fece il primo maratoneta della storia, il greco Filippide, per annunciar la vittoria di Atene sui persiani, ma camminando. Gli organizzatori stanno registrando già diverse adesioni (oltre 700) in arrivo da tutta Italia. Molto fa lo scenario, il cammino giubilare per eccellenza, la Via Francigena. “Per fare seguito all’iniziativa ‘Tappe golose sulla Via Francigena alla scoperta dei prodotti del territorio’- si legge sul sito internet dedicato, francigenamarathon.it- si è pensato di premiare con prodotti gastronomici i camminatori che si iscriveranno online entro il 31 marzo”. Omaggi alla cucina regionale che saranno estratti a sorte. La maratona “ha lo scopo di far conoscere i tratti più belli e suggestivi della Via Francigena del Lazio percorrendo l’antico itinerario di Sigerico”, arcivescovo di Canterbury e primo scopritore, oltre mille anni fa, di questo percorso. La partenza sarà da Acquapendente, nella provincia di Viterbo, il comune più a nord del Lazio. Dopo aver percorso alcuni tratti della città e costeggiato la Basilica del Santo Sepolcro, la lunga e impegnativa camminata proseguirà attraverso stradine di campagna, verso il paese di San Lorenzo Nuovo, primo arrivo intermedio (al chilometro 11,3), per poi proseguire sino a Bolsena, secondo arrivo intermedio (al chilometro 23,5) vicino alla basilica di Santa Cristina. Da qui la parte più difficile della maratona: dal parco naturalistico di Turona alla sommità di Montefiascone, “attraverso strette e caratteristiche viuzze di campagna – si legge sul sito Internet - con arrivo nella storica cittadina” a 100 chilometri da San Pietro.


C'è posto per 1500 atleti e l'orario può variare

La camminata che, è bene sottolinearlo, non è competitiva, potrà essere affrontata anche iniziando da San Lorenzo Nuovo e da Bolsena, con itinerari intermedi e la possibilità di scegliere, complessivamente, tra sei percorsi. Per facilitare l’organizzazione, la scelta del tratto va deciso all’atto dell’iscrizione (il numero massimo di partecipanti alla maratona è fissato a 1.500, per registrarsi è richiesto un contributo di 10 euro). “L'itinerario - spiegano gli organizzatori - sarà interamente messo in sicurezza. Ci sarà l’aiuto di associazioni e Comuni locali e l’assistenza del Corpo Forestale dello Stato”. L’evento, organizzato dal comune di Acquapendente, si svolgerà sotto il patrocinio dell’Associazione Europea delle Vie Francigene. Nel fine settimana che porta alla maratona ci sarà spazio anche per diversi eventi. Ad esempio venerdì 3 giugno, con la visita guidata ai Musei Civici di Acquapendente e la visita guidata a Civita di Bagnoregio. Sabato 4 è invece prevista una visita al Bosco Monumentale del Sasseto e ci sarà spazio anche per un po’ di trekking urbano sulla Via Francigena, sempre dentro Acquapendente, e poi la sera per una cena medievale. Dettagli su francigenamarathon.it


Servizio a cura di Simone Colonna
pubblicato su Trasporti e Mobilità il 18 marzo

ULTIMA MODIFICA 04 aprile 2016 19:34
PUBBLICAZIONE
18 marzo 2016 08:25
LICENZA Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale
Infomobilità
http://www.carsharing.roma.it/it/vacanzecarsharing.html
Società con socio unico soggetta alla direzione e coordinamento del Comune di Roma P. IVA e N. Iscrizione 10735431008 del 31/12/2009 - Cap. Soc. euro 10.000.000.00 Numero REA 1253419