Interviste
Il manuale
Bambini in moto: le regole
img

In moto con mamma e papà. Esperienza senza dubbio divertente, almeno vista con l’occhio dei più piccoli. Una scelta spesso dettata dalla necessità di muoversi con un mezzo sì agile ma anche fonte di preoccupazioni, rispondono in coro i genitori. Basti pensare alla famigerata “giungla” cui somiglia il traffico in città.

Il tema centrale, però, è la consapevolezza delle regole. Giovanna Guiso, ricercatrice scientifica e giornalista, a come viaggiare sicuri su due ruote con i propri figli ha dedicato un manuale, realizzato
con un gruppo di esperti e già presentato a duemila bambini delle scuole di Milano.

Come nasce “La famiglia in moto?”
“Nelle nostre città è abitudine sempre più diffusa ricorrere a scooter e motociclette per trasportare più agilmente nel traffico i nostri figli. Nella maggioranza dei casi però i bambini non indossano un casco della giusta misura, un abbigliamento protettivo (paraschiena, scarpe, guanti), e non sanno come comportarsi in sella a un motociclo. Basta guardarsi intorno per vedere bambini che arrivano in moto indossando un casco troppo largo e un abbigliamento inadeguato, con lo zaino carico di libri sulle spalle e le gambe a penzoloni. Che dire poi dei più piccoli che arrivano seduti sulla parte anteriore della
sella nonostante il Codice della strada lo vieti?”

Come limitare i pericoli?
“Occorre insegnare a genitori e bambini le regole da rispettare. Ma se gli adulti, che già dovrebbero
conoscerle non le rispettano dimostrandosi superficiali e inconsapevoli dei rischi, come proteggere
i piccoli passeggeri? Diffondendo tramite la scuola la cultura della sicurezza stradale in modo che siano i bambini a stimolare il senso di responsabilità dei genitori".

Com’è costruito il libro e che risultati ha ottenuto?
“È un manuale per i bambini dalla terza elementare in poi. E’ pieno di fotografie e vignette che aiutano la comprensione delle regole. È pensato per essere letto assieme, maestri e alunni, genitori e figli anche se alcuni presidi lo hanno rifiutato perché contrari al trasporto dei bambini in moto. Ma dovrebbero essere le istituzioni a farsi carico della diffusione di queste iniziative su tutto il territorio nazionale”.

Come hanno reagito bambini?
"Numerose maestre hanno letto il manuale in classe utilizzandolo come strumento educativo. I bambini hanno imparato così tanto, che adesso sono loro a redarguire gli adulti quando non rispettano le regole indicate nel manuale”.

In moto con mamma e papà, quali sono le regole di base?
“Il bambino deve tenere il casco ben allacciato e i piedi nelle staffe o sulle pedane, indossare l’abbigliamento protettivo e il paraschiena, stare fermo il più possibile, non ciondolare la testa, avvisare se si sente stanco o se ha sonno, non masticare caramelle e gomme. I genitori devono guidare solo se riposati e tranquilli, mantenere la distanza di sicurezza, sorpassare a sinistra, usare le frecce, non superare il limite di velocità, prevedere il movimento degli altri, ricordare che anche gli altri possono sbagliare, riconoscere i pericoli, essere concentrati alla guida”.
Simone Colonna

ULTIMA MODIFICA 09 febbraio 2016 08:21
PUBBLICAZIONE
06 febbraio 2016 12:16
LICENZA Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale
Infomobilità
https://www.lovetoride.net/roma
Società con socio unico soggetta alla direzione e coordinamento del Comune di Roma P. IVA e N. Iscrizione 10735431008 del 31/12/2009 - Cap. Soc. euro 10.000.000.00 Numero REA 1253419