Novità
Dall'Agenzia
Car sharing, cresce nei municipi
img

Trentatré nuovi parcheggi in tredici Municipi. Sono i numeri della prima fase del piano "carsharing sotto casa", realizzato tra ottobre e dicembre scorsi da Roma Servizi per la Mobilità, su indicazione del Campidoglio, per ampliare la presenza in città del servizio capitolino di auto in condivisione, migliorando lo scambio con la rete di trasporto pubblico. Una forma di mobilità sostenibile, quella del car sharing comunale, che, ad oggi, può contare su 3.384 iscritti, con un parco auto formato da 156 veicoli (dalla nuova 500 alla Multipla, dalla Grande Punto al Doblò Cargo), distribuiti su 110 aree di sosta.

Con i nuovi posteggi sono arrivate anche alcune promozioni. Ad esempio, sino a fine febbraio, è previsto uno sconto del 50 per cento sulla quota di iscrizione per gli abitanti dei Municipi 2, 3, 4, 8, 9 e 12. In questi giorni, poi, stanno partendo le agevolazioni nei territori dei Municipi 5, 11, 13, 14 e 15, con l’iscrizione a 1 euro per i primi 15 giorni e poi lo sconto del 50 per cento fino al 29 febbraio (dettagli e aggiornamenti su carsharing.roma.it).

Sino a fine mese, inoltre, c’è uno sconto del 15 per cento sulla tariffa (oraria e chilometrica) per chi utilizza l’auto in uno dei “vecchi” parcheggi; sconto che, sino al 31 marzo, sale al 20 per cento per chi utilizza le vetture dei nuovi stalli (l’elenco delle aree di sosta di nuova attivazione è nell’articolo sotto). Infine, a breve (tra febbraio e marzo), arriverà una nuova promozione  per chi utilizza l’auto car sharing per 24 ore o più. Il piano “carsharing sotto casa” è triennale. Per il 2016 è previsto un ulteriore potenziamento del servizio, con nuove postazioni, nei Municipi già raggiunti. L’anno prossimo, poi, Roma Servizi per la Mobilità porterà l’auto in condivisione anche a Tor Bella Monaca, nel territorio del sesto Municipio che, con il decimo (Ostia), manca ancora all’appello. L’iscrizione al servizio del car sharing comunale varia dai 120 euro l’anno della formula individuale ai 250 euro di quella aziendale. L’abbonamento “famiglia” costa 150 euro l’anno.  Esistono diverse tariffe (diurna, notturna, festiva): si paga a orario (da 2,50 a 3,30 euro) e a chilometro (da 0,49 a 0,65 centesimi). L’auto si può prenotare sino a un quarto d’ora prima del suo utilizzo, può essere utilizzata da un minimo di 1 ora fino ad un massimo di 72; il ritiro e la riconsegna devono avvenire nello stesso parcheggio.


I vantaggi? Meno spese e rispetto dell'ambiente

Un occhio di riguardo per l’ambiente, senza dimenticare il portafogli. Condividere un’auto significa pagare solo per il suo reale utilizzo, senza quindi i “classici” costi di manutenzione, assicurazione, parcheggio, permessi, bollo, carburante. Con il carsharing si possono risparmiare, stando ai dati del Ministero dei Trasporti, fino a 4mila euro l’anno. Non poco, effettivamente.  Ad esempio, con l’auto car sharing a Roma si può entrare liberamente nelle Zone a Traffico Limitato (esclusa quella del Tridente), circolare anche quando ci sono i blocchi del traffico come le domeniche ecologiche o le targhe alterne, parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu. Le auto del car sharing gestito da Roma Servizi per la Mobilità possono anche utilizzare le corsie preferenziali aperte ai taxi (attenzione, però, perché non tutte lo sono). Registrazione e ulteriori dettagli su carsharing.roma.it. Informazioni anche allo 0657003.


Nuovi parcheggi, ecco dove sono

Tra ottobre e dicembre 2015, trentatré nuove postazioni del car sharing comunale sono state attivate in quasi tutti i Municipi della città. Ecco dove: nel primo, a viale Angelico e a via di San Quintino; nel secondo, a via Apuania e a Corso Trieste; nel terzo, a viale Jonio, via della Bufalotta e via Maiella; nel quarto, a via San Romano, via Diego Angeli e piazza Santa Maria Consolatrice; nel quinto, a via Prenestina e sulla circonvallazione Casilina; nel settimo, a via La Spezia, via Appia e piazza Tuscolo; nell’ottavo, a via Pullino, via Rosa Raimondi Garibaldi e via Gaspare Gozzi; nel nono, a viale dell’Arte e a piazzale di Val Fiorita; nell’undicesimo, a piazza Meucci, piazza Righi e piazza della Radio; nel dodicesimo, a via Abate Ugone, piazza Rosolino Pilo, piazza Nievo e circonvallazione Gianicolense; nel tredicesimo, a via Alessandro III e piazza di Villa Carpegna; nel quattordicesimo, a via Marziale e a via Proba Petronia e nel quindicesimo, a Corso Francia e a via Imperiali di Francavilla.   

 

Con l'App è ancora più semplice

Per noleggiare un veicolo della flotta gestita da Roma Servizi per la Mobilità, ci si può collegare a internet, oppure scaricare e utilizzare l’app dedicata o ancora telefonare al call center 848810000. Sempre con l’obiettivo di integrare gli spostamenti in auto con il trasporto pubblico, sono previsti sconti per gli abbonati Metrebus. Si può usufruire del servizio anche nelle altre città che fanno parte del circuito ICS (Iniziativa Carsharing):  Bologna, Firenze, Genova, Milano, Padova, Palermo, Parma, Torino e Venezia.  Diritti, regole e consigli: una buona pratica, prima di salire a bordo, è di controllare lo stato dell’automobile, sia la carrozzeria che gli interni. Si evita, così, il rischio di vedersi addebitare erroneamente danni commessi dall’imperizia o, peggio, dall’inciviltà di qualcun altro. Per accedere al car sharing comunale bisogna avere la patente da almeno 1 anno (l'età minima necessaria, fissata a 21 anni, è un requisito che non è più richiesto).


Servizio a cura di Simone Colonna
pubblicato sulle pagine di Trasporti& Mobilità del 22 gennaio

 


ULTIMA MODIFICA 26 gennaio 2016 13:12
PUBBLICAZIONE
22 gennaio 2016 10:42
LICENZA Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale
Infomobilità
http://www.agenziamobilita.roma.it/it/servizi/muoversi-in-taxi/chiama-taxi.html
Società con socio unico soggetta alla direzione e coordinamento del Comune di Roma P. IVA e N. Iscrizione 10735431008 del 31/12/2009 - Cap. Soc. euro 10.000.000.00 Numero REA 1253419